Adoratrice di colori, amante di pois, assidua bevitrice di caffe`, fanatica di dolci, felice viaggiatrice , ho vissuto per 9 mesi in Germania come AuPair, 4 anni a Bologna, ha finito il suo primo anno come Au Pair di 3 maschietti a Seattle ed ora si trova a Fairfax Virginia per una nuova esperinza alla pari !

venerdì 17 giugno 2016

L'emozione dell'essere AuPair

È in momenti come questo che mi rendo conto del perché sono AuPair e delle emozioni diverse che si hanno, non è un semplice anno all'estero ma di più. ,  i propri host-kids restano sempre i propri. 
Oggi dopo sei mesi ho fatto una chiamata con la mia host-family a Seattle e trattenere le lacrime è stato veramente difficile.  È incredibile quanto tu possia odiarli in un giorno normale da AuPair ma volergli bene lo stesso. Ti riesce a mancare tutto pure cambiare il pannolino al mio host-kids più piccolo per 5 volte al giorno, e nel periodo negativo di solito urlava e mi picchiava perché non voleva cambiarlo ha ha ha 


Io vi lascio con questa immagine che gira su FB della realtà della vita AuPair. Si è come stare in una gabbia e cercare di addestrare dinosauri una avventura stressante e pericolosa. 
Fatta di urla, pianti, morsi, calci, cacca e pipì...ma infondo mi piace. 

Altra soddisfazione della giornata la mia bimba di quasi 3 anni oggi ha messo le underwear per la prima volta, è stato bello vivere nel terrore del senza pannolino per tutta la giornata ma sono orgogliosa di lei. 

Buon voglio bene ai mie hostkids a tutti!