Adoratrice di colori, amante di pois, assidua bevitrice di caffe`, fanatica di dolci, felice viaggiatrice , ho vissuto per 9 mesi in Germania come AuPair, 4 anni a Bologna, ha finito il suo primo anno come Au Pair di 3 maschietti a Seattle ed ora si trova a Fairfax Virginia per una nuova esperinza alla pari !

martedì 2 giugno 2015

Sembra di stare in un film porno di inizi anni 2000

UOramai mi sono lanciata con i post accattivanti e dai titoli assurdi, scusate ma la prima esperienza in un disco club Americano ( Non la posso definire discoteca al 100 % ) credo sarà indimeticabile e la devo condividere con voi , lo sgomento e l'incredulità vivo ancora sulla mia faccia per ciò che ho visto. Sabato scorso era il compleanno di una mia amica , un'altra Au Pair italiana, e siccome compiva 21 anni ha deciso di fare grande festa, siamo andati in un club in downtown dal nome Sarajevo logiacmente non è un locale di quelli costosi ma nella media, adatto ad Au Pair con stipendi da Au Pair, vorrei tanto potervi proporre un video della gente dentro ma invece dovete andare di fantasia ed immaginarvi le ragazze americane con tacchi vertiginosi e vestitini mini di immesso cattivo gusto tanto che le prostitute sui viali in Italia sono estremamente molto più raffinate. Sinceramente non ho idea di dove la gente abbia tirato fuori questi vestiti esageratamente non più di moda, come abiti di satin argento senza spalline orribilmente tacky ( di cattivo gusto) che solo porno dive una quindicina di anni fa avrebbero indossato. Naturalmente tutte le ragazze indossavano vestiti giro culo, per non usare l'espressione volgare giro F*** coordinati con movenze di ballo da spogliarellista ubriaca ah ah 
In compenso era anche possibile trovare gente in jeans e scarpe da ginnastica insomma un mix che non comprendevo possibile nello stesso posto. Credo che sia un esperienza che non ripeterò in breve tempo se in Italia non mi piace andare nei locali qui è addirittura peggio, stenderò un velo pietoso sulla musica e vi risparmio i miei commenti.
Sappiate che qui le serate finiscono prestissimo alle 2 AM tutto chiude perché non si può più vendere alcolici, noi abbiamo cercato di raggiungere uno dei pochi locali aperti fino alle 4 AM è siamo incappate in un accoltellamento per strada, così era tutto bloccato polizia e ambulanze ovunque ma ci siamo sentite molto in America. 


E sono già 6 mesi che sono arrivata non mi sembra per nulla vero! Nel mio tempo libero mi diverto tanto e ho fatto tantissime amicizie. 
Decisamente non amo gli Stati Uniti ma mi trovo bene qui, tanti parchi e verde, Seattle è proprio una città a misura d'uomo molto confortevole e lo skyline è semplicemente magnifico.
Dopo i primi mesi disastrosi ora mi sento molto contenta di essere partita anche se Bologna ( la città in cui ho vissuto per più di 4 anni ) mi manca tantissimo e la adoro. 

Vi saluto con BYOB : Bring Your Own Booze -or- Bring Your Own Beer 
Un espressione che si usa quando si danno dei party per dire agli ospito di portare il proprio alcool da casa, un tantino rude ma molto diffuso qui. 

Belle esperienze a tutti!