Adoratrice di colori, amante di pois, assidua bevitrice di caffe`, fanatica di dolci, felice viaggiatrice , ho vissuto per 9 mesi in Germania come AuPair, 4 anni a Bologna, ha finito il suo primo anno come Au Pair di 3 maschietti a Seattle ed ora si trova a Fairfax Virginia per una nuova esperinza alla pari !

giovedì 2 giugno 2016

1 anno e 6 mesi negli USA - Cose che non mi piacciono


Eccomi arrivata nell'ultimo quarto della mia vita negli Stati Uniti. 
Personalmente io continuo a preferire l'Europa e penso che non vorrei restare qui per sempre ma non posso nemmeno dire che non mi piaccia, sicuramente se fossi rimasta a Seattle sarebbe stata tutta un'altra storia, la Virginia non è il mio ambiente. 
Ora alcune cose che non mi piacciono degli States :  

- Tips 
No no no , non mi abituerò mai a dare la mancia! 
Mi dispiace dirvelo ma una delle motivazioni essenziali è che nella maggior parte dei camerieri non se la meritano, ti lecchinano così tanto per la mancia che esci dal ristorante con le chiappe più pulite che dopo un bidet. 

- Tasse 
Le odio le tasse non sono comprese nei prodotti e tra l'altro cambiano in tutti gli stati. Le cifre sono assurde da calcolare sono 11.80$ più il 9.60% di tasse... Uhm semplicissimo se volete calcolare i soldi giusti da dare alla cassa mentre aspettate in fila. 

- Strisciare la carta di credito 
Siccome non è semplice calcolare quando dovete in contanti la maggioranza usa le carte di credito, che qui sono ancora ai tempi del medioevo perché pensate che devono essere scrisciate. Quindi vengono clonate facilmente e dovete controllare il vostro conto corrente costantemene per essere certi che non accada anche a voi. 

-How are you? 
A questa domanda nessuno si aspetta una vera risposta almeno che non sia un tuo amico stretto. 
È più un intercalare che una vera domanda, allora io dico se non te ne frega nulla basta che mi dici 
" buon giorno" senza ogni volta dover dire " i'm good " anche quando non è vero. Nessuno si aspetta una risposta sincera . 

- Forti accenti 
Il mio Inglese non è buono e ho ancora l'accento ma andare in tanti posti pubblici e non riuscire a capire la cassiera, peggio ancora chiamare il medico e non capire la segretaria perché parlana peggio di te e ha un fortissimo accento è snervante, nei fast-food gli adetti parlano aramaico quindi  non stupitevi se non li capite. 
Credo che le aziende dovrebbero aiutare i dipendenti ad acquistare una migliore padronanza della lingua con corsi di formazione. 

- 5 persone che fanno il lavoro di 1 
In tantissimi posti c'è troppo personale che non serve e avendo sempre lavorato sotto personale in Italia mi urta vedere tutte queste persone che guadagnano per non far nulla. 
In generale non apprezzo troppo il concetto di lavoro che hanno qui, persone che lavorano da casa e possono persino permettersi di andare a prendere il caffè, manicure e lezioni di yoga il tutto durante il così detto " lavoro da casa". 
L'orario di arrivo in ufficio in molti casi è decisionale. Insomma sono un popolo disorganizzato dal punto di vista lavorativo. 

Ci sarebbe tanto da dire ma non voglio scrivere troppo.
Buon non lo gradisco a tutti!