Adoratrice di colori, amante di pois, assidua bevitrice di caffe`, fanatica di dolci, felice viaggiatrice , ho vissuto per 9 mesi in Germania come AuPair, 4 anni a Bologna, ha finito il suo primo anno come Au Pair di 3 maschietti a Seattle ed ora si trova a Fairfax Virginia per una nuova esperinza alla pari !

mercoledì 2 dicembre 2015

365 e sono arrivata in Virginia - Ecco come sono gli Americani




 Eccomi in Virginia finalmente !!! 
Domenica sono atterrata in DC e ho trovato la mia nuova HF ad accogliermi con un cartellone e un mazzo di rose gialle. 

Da Seattle mi sono trasferita a Fairfax Virginia e così ha inizio la mia terza esperienza Au Pair, 
Con due bimbe di 2,5 e 5 anni, un gatto e un cane veramente molto vivace. 
Anche se non mi sono sentita più così tanto emozionata questa volta, ora mi sento lo stesso trasportata ad anni luce, tutte le abitudini conquistate dopo un'anno finisco e mi mancano i miei amici. 
Per la cronaca mi sento fiera di me stessa che sono riuscita ad infilare un'anno e stando pure sotto peso, 45 pound ( il massimo è 50 ) e logicamente l'omino michellin era geloso di me perché ero più gonfia di lui indossando: 1 felpa, 2 giacche ( le tasche erano piene di guanti e cuffie)  uno smanicato in lana e 2 sciarpe. 

Cosa ho imparato sugli Amricani nel mio primo anno: 
- Che si nota per prima cosa la mancanza di senso del denaro, non sono in grado di risparmiare e non guardano mai i prezzi al supermercato. 
- Programmatori compulsivi di pasti, non sono bravi ad aprire il frigorifero ed improvvisare la cena lo devo fare almeno il giorno prima oppure esco o prendono d'asporto.
- Maniaci dello Shopping online, arrivano pacchi tutti i giorni ed il numero massimo visto in un giorno 10, ormai io e l'autista UPS eravamo grandi amici.
- Non sanno crescere i figli, tante note da dire su questo argomento, sono troppo morbidi e spesso tengo i figli sotto campane di vetro. 
- Accumolatori compulsivi e disordinati, tanta gente non mette la propria macchina in garage perché è pieno di robbaccia. 
- Disorganizzati e smemorati
- Doppia faccia, ti chiedono " come va" ma non gliene frega veramente un cazzo di nulla spesso, gli piace  apparire ed essere caritatevoli e disponibili solo per comodo.
- Frettolosi esosamente frettolosi.
Spesso non si preparano per uscire, corrono ovunque anche in vacanza, andate al lago e siete preoccuparti di non trovare parcheggio? No worries! Gli americani se stanno già un'ora è tanto per questo il parcheggio non è mai complesso da trovare. Una normale cena dura 15 min e nelle festività aumenta fino ad un'ora ma se avete i bambini alle 20 bisogna assolutamente andare a casa! 
- " I THINK " se fate una domanda come: " Posso usare la macchina?"e vi rispondono "I think" con molta più sicurezza sarà un No che un sì.  


Queste sono solo alcune delle costatazioni su questo popolo che ancora non comprendo a pieno 
e che non mi fa sentire completamente a mio agio a volte. 

Happy 1 anno a tutti ... Ops! A me !